Prodotti

CSO – RETIMAX Basic
8 agosto 2014
CSO – RETIMAX Advanced Plus
8 agosto 2014
Vedi tutto

CSO – RETIMAX Advanced

Uno strumento che unisce l’elettrofisiologia standard con i test più avanzati per la diagnosi funzionale precoce del glaucoma e maculopatie correlate con l’età. Grazie alle avanzate tecnologie utilizzate Retimax consente di rilevare disfunzioni entro 20-40 gradi di area nella struttura retinica, in uno stadio molto precoce prima che possano verificarsi anomalie periferiche nel campo visivo. L’interpretazione dei risultati è facile e veloce grazie al confronto del test con un archivio interno normalizzato.

BROCHURE RETIMAX.pdf

 PERG (Elettroretinogramma Pattern) ERG (Electroretinogram ON-OFF and color ERG) PhNR ( Photopic Negative Response) VEP Pattern (Potenziale Visivo Evocato Pattern) VEP Flash (Potenziale Visivo Evocato Flash) EOG (Elettrooculogramma) MFERG (Multifocal ERG) MFPERG (Multifocal PERG) MFVEP (Multifocal VEP) ENG (Elettronistagmogramma) GPHT (Glaucoma PERG hemifield test) Sweep VEP (Sensibilità al contrasto e acuità visiva) Vision Trainer (Riabilitazione visiva per mezzo di VEP biofeedback) Adattometro, Pupillometro.

RETIMAX è uno strumento innovativo ed estremamente utile per la diagnosi precoce di importanti patologie oculari basato sulla tecnica dei test elettrofunzionali. Nel glaucoma come nella degenerazione maculare senile (ARM), RETIMAX è uno strumento oggettivo, non invasivo, basato sulla analisi funzionale delle cellule ganglionari retiniche. Per questo motivo RETIMAX è estremamente utile non solo per la diagnosi precoce del glaucoma ma anche per valutarne la sua progressione. RETIMAX, analizza disfunzioni a carico delle cellule ganglionari retiniche prima che inizi il processo irreversibile di apoptosi, fornisce razionali informazioni per il trattamento preventivo e per rallentarne il processo. L’esecuzione del test RETIMAX e molto rapida; al soggetto esaminato è richiesto solamente di osservare un monitor per poco più di un minuto sul quale verranno presentati degli stimoli visivi. RETIMAX fornisce una indicazione della funzionalità retinica dei 30 gradi centro fovea e può essere quindi correlato con il difetto medio espresso dalla perimetria computerizzata.
A differenza della perimetria computerizzata entrambi gli occhi vengono testati simultaneamente ed il risultato non dipende dall’attenzione del soggetto. Per mezzo della tecnica PERG Hemifield test, RETIMAX (patent pending) consente l’esplorazione dei due emicampi retinici inferiore e superiore e la loro comparazione, eliminando la variabilità del risultato costituita da età del soggetto, cataratta e difetti rifrattivi. In più del 40% dei pazienti sospetti glaucomatosi RETIMAX ha messo in rilievo alterazioni prima che compaiano difetti perimetrici a livello retinico. Il sistema RETIMAX è trasportabile e può essere impiegato per lo screening del Glaucoma. RETIMAX dà al medico Oculista la possibilità di mettere in evidenza disfunzioni glaucomatose prima che intervengano alterazioni irreversibili a livello retinico. In alcuni casi le disfunzioni Glaucomatose a carico delle cellule ganglionari retiniche possono essere reversibili, come accade riducendo l’ipertensione oculare nel paziente con elevata IOP. Tutte queste caratteristiche fanno perciò di RETIMAX uno strumento indispensabile per diagnosticare e successivamente valutare i benefici effetti nel trattamento del paziente glaucomatoso.

Video-presentazione Strumento

 

Video-presentazione Azienda

Marca